Sostenibilità e crescita: tutti i vantaggi di Circular Re-Thinking
Giugno 2021

68,6 miliardi di euro nei prossimi 6 anni per migliorare la sostenibilità del sistema economico e assicurare una transizione ambientale equa e inclusiva: con la transizione ecologica promossa dal Piano nazionale di Ripresa e Resilienza, l’approccio circolare ai processi produttivi acquisisce un’importanza strategica per le imprese. 

L’Europa ha deciso di incentivare la ripresa economica potenziando l’innovazione e la digitalizzazione mantenendo alto l’interesse attorno al tema della sostenibilità, rendendo indispensabile la presenza, all’interno delle aziende di tutto il continente, di professionisti specializzati nei temi della sostenibilità ambientale e in grado di pianificare e gestire l’adozione di un approccio circolare ai processi produttivi. 

La transizione è già iniziata per le aziende dotate delle competenze e dei professionisti in grado di pianificare e guidare questo cambiamento. Per tutte le altre è il momento di aggiornarsi, sfruttando tutte le opportunità formative a disposizione tra cui spicca la Circular Re-Thinking, l’Accademia Trentina dell’Economia Circolare promossa da Trentino Sviluppo e insediata in Progetto Manifattura negli spazi innovativi e low carbon del nuovo hub trentino della sostenibilità.   

PERCHE’ LA SCUOLA CIRCULAR RE-THINKING?

L’attenzione nei confronti dell’approccio circolare ai processi produttivi sta crescendo sensibilmente da qualche anno, riuscendo a mettere in discussione il tradizionale modello produttivo lineare. Una spinta in avanti è arrivata anche dalle forti indicazioni dell’Unione Europea rivolte alla sostenibilità sulla gestione dei fondi del Recovery Plan. Lo stesso Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza italiano ne mette in luce i benefici e i risvolti occupazionali.

A questo contesto, si aggiungono l’esperienza del lockdown per le imprese e la bolla dei prezzi dei materiali che si è generata di conseguenza che hanno aperto nuove vision in cui riuso e riciclo sono diventate azioni strategiche. La direzione intrapresa è dunque sempre più orientata alla sostenibilità e le imprese si avvalgono con maggiore convinzione di consulenti o dipendenti che sappiano traghettarle verso filiere circolari da tradurre in vantaggi economici. 

La scuola Circular Re-Thinking si propone di fornire le competenze evolute richieste agli specialisti dell'economia circolare. 
 

COSA OFFRE CIRCULAR RE-THINKING?

Per offrire una formazione di qualità, la scuola ammetterà un massimo di 10 iscritti. Durante il percorso formativo saranno affiancati da 3 tutor che li aiuteranno a capire e sviluppare il proprio ruolo professionale e a comprendere quale possa essere il loro apporto nella costruzione di una economia circolare reale. 

A fine progetto i corsisti saranno in grado di gestire i processi aziendali da un punto di vista sistemico e di cogliere le intersezioni delle logiche circolari con i modelli di business. Circular Re-Thinking, inoltre, favorirà l'instaurarsi di una rete di collaborazione tra esperti, formatori, aziende partner e partecipanti, i quali durante le settimane di corso condivideranno momenti, saperi ed idee.

Il programma si svolgerà in tre fasi:

  • LEZIONI E WORKSHOP

Le 122 ore di lezione con approccio accademico e pratico si terranno in presenza dal 17 settembre al 10 ottobre 2021 nella prestigiosa sede di Progetto Manifattura a Rovereto. Questo compendio storico, frutto di un interessante lavoro di recupero architettonico, offre casa a numerose imprese che già lavorano secondo i dettami della circolarità.  I docenti offriranno una mescolanza di approcci provenienti dal mondo accademico, dal mondo industriale e da quello della ricerca. Verranno affrontati vari temi come il contesto giuridico, i punti della catena di valore della circolarità, temi caldi come il packaging, la distribuzione e il marketing. 

  • STUDY VISIT

Dopo aver affrontato la maggior parte del programma, dal 6 all’8 ottobre, gli studenti saranno in viaggio studio a Milano. Qui avranno modo di effettuare visite negli incubatori e nei centri di competenza per l'economia circolare di Milano, fulcro di idee, buone pratiche e modelli positivi. 

  • APPLICAZIONE CONCRETA

Durante il percorso formativo, sarà richiesto agli studenti di analizzare e sviluppare progetti sulla base di casi concreti delle aziende partner. Sulla base degli obiettivi di circolarità di queste aziende, verrà richiesto agli iscritti di proporre soluzioni nuove in un lavoro da presentare a conclusione dei lavori.

CIRCULAR RE-THINKING: INFO E ISCRIZIONI 

La seconda edizione di Circular Re-Thinking si terrà a Rovereto, negli spazi di Progetto Manifattura, dal 17 settembre al 10 ottobre 2021. Le iscrizioni sono aperte fino al 31 luglio 2021.

Scopri di più nel sito ufficiale dell'academy.